martedì 17 febbraio 2009

Disprezzo.

Io non odio Berlusconi ed i suoi seguaci.
Io li disprezzo.
Non sono di destra, né di sinistra, né di centro: sono berlusconisti: qualunquisti, affaristi, senza scrupoli, senza princìpi, senza ideali. Vuoti. Poveri. Ributtanti. Pensano a sé, e solo a sé: ai loro interessi, alle loro pulsioni, alle loro animalesche esigenze.
Io disprezzo chi può, ancora, oggi, votare per loro.

2 commenti:

giulio ha detto...

Temo, purtroppo, che questo disprezzo sia troppo poco: visto e considerato che non è ricambiato, lo tramuterei in fastidio.

Anonimo ha detto...

Odio, disprezzo, fastidio, tutto quello che volete, basta che non ci si abitui all'idea della loro normalità, basta che non ci si rassegni all'indifferenza e all'indifferenziato a cui ci hanno condannato, basta che ci si opponga alla loro presenza.
:-)